cofanettonessunapiet01

Dieci canzoni nate dai testi di Marco Vichi e musicate e interpretate da Nicola Pecci, illustrano le più grandi tragedie dell’umanità, a partire dal genocidio dei pellirossa fino al grande flagello ell’emigrazione, passando per il campi di sterminio, la bomba di Hiroshima, i gulag, i desaparecidos… Dago è una parola che indicava con disprezzo gli emigranti negli Stati Uniti all’inizio del Novecento. Ma quel disprezzo non è ancora sparito: ha solo spostato il suo oggetto... Forse accanto alle canzoni d’amore c’è posto anche per raccontare il male, per aiutare la memoria a non dimenticare il passato. 

Nessuna pietà su ITunes

Iscriviti alla newsletter
www.marcovichi.it
Create a website