Vichi06_1463044799257.JPG
Foto di Yari Marcelli

Marco Vichi è nato a Firenze nel 1957. A otto o nove anni lesse il suo primo romanzo per adulti, e si emozionò a tal punto che pensò subito di “continuare la catena”, cioè di scrivere un romanzo per cercare di fare emozionare gli altri con una storia scritta da lui. Chiese a sua mamma un quaderno e una penna e cominciò a scrivere quello che avrebbe dovuto essere un romanzo: “John Smith non era né alto né basso, né magro né grasso, né bello né brutto…” Più o meno cominciava così, ma non riuscì ad andare oltre la prima pagina. Successivamente, lungo tutta l’adolescenza e la prima giovinezza, ha usato la scrittura per placare i momenti più critici, ma senza mai immaginare o sperare di diventare uno “scrittore”. A vent’anni, con un amico, si è messo a scrivere per gioco racconti e brevi romanzi a quattro mani, finché una persona a cui faceva leggere questi “divertimenti” non lo gelò con una frase: “Ma vuoi continuare a giocare o vuoi fare lo scrittore?” Marco sentì una bomba esplodergli nel petto, e tornò a casa stordito. Fu quel giorno che decise di “provarci”, ma senza rivelarlo ai suoi familiari, come se dovesse nascondere una vergogna. Scriveva e leggeva come un matto, riempiva grandi quaderni e prosciugava una penna BIC dopo l’altra, riempiendo gli armadi di racconti e di romanzi. Finché, circa vent’anni dopo, quando ormai pensava di scrivere per sempre senza mai pubblicare nulla, ecco che accadde il miracolo…

 

Nel marzo 1999 è uscito presso Guanda Editore il suo romanzo L’inquilino, uscito nel 2000 anche in Grecia. Sempre nel 1999 ha realizzato per radio RAI RADIO TRE cinque puntate della trasmissione “Le Cento Lire” dedicate all’arte in carcere.

 

Nel giugno 2000 è uscito il suo secondo romanzo, Donne donne, sempre per Guanda, che nel 2004 è uscito in Grecia.

 

Nel gennaio 2002 è uscito il suo terzo romanzo per Guanda: Il commissario Bordelli, uscito in Portogallo nel 2003 e in Spagna (Tropismos) e Germania (Bastei Lübbe) nel 2004.

 

Nel febbraio 2003 è uscito Una brutta faccenda, il secondo episodio del commissario Bordelli, che è stato acquistato, come il primo della serie, in Spagna e in Germania. Nello stesso anno ha curato un libretto di “omaggi” a John Fante per Fazi Editore, allegato a un documentario sullo stesso scrittore (regia Giovanna Di Lello). Dal 2003 tiene laboratori di scrittura in varie città italiane, e fino al 2009 ha lavorato presso il corso di laurea in Media e Giornalismo dell’Università di Firenze.

 

Nel maggio 2004 è uscito Il nuovo venuto, il terzo episodio del commissario Bordelli. Nel frattempo sono usciti e usciranno racconti in varie riviste e antologie. Collabora alla stesura di sceneggiature, cura antologie di letteratura, scrive su quotidiani e riviste nazionali. Nel 2003 e nel 2004 ha lavora all’adattamento dal francese di Love Bugs, il format televisivo di Italia Uno.

 

In aprile del 2005 è uscito Perché dollari?, una raccolta di quattro racconti tra cui uno con protagonista il commissario Bordelli. Sempre nel 2005, in luglio, ha organizzato e diretto il festival R(e)sistere di Sant’Anna di Stazzema. Ha curato l’antologia Guanda Città in nero, uscita nel luglio del 2006, dove è presente un racconto con il commissario Bordelli.

 

A ottobre del 2006 è uscito il romanzo Il Brigante, ambientato in Toscana nei primi dell’Ottocento. Nello stesso mese è uscito Firenze nera (Aliberti Editore), un libro con due racconti, uno dei quali di Emiliano Gucci. A novembre 2006 è uscito un suo racconto nell’antologia La vita addosso (Fernandel), legata a un’iniziativa della comunità Ceis d Lucca (alla quale andranno i proventi del libro).

 

Nel giugno 2007 ha curato una nuova antologia per Guanda, Delitti in provincia, e a settembre dello stesso anno è uscito il romanzo Nero di luna (Guanda).

 

Nel gennaio del 2008 è uscita una riedizione di Donne donne. Sempre nei primi mesi del 2008, è presente in tre antologie (Piemme, Sperling e Mondadori), e a maggio è uscito il romanzo Bloody Mary per la collana Verdenero di Edizioni Ambiente, scritto a quattro mani con Leonardo Gori. A novembre 2008 sono usciti il romanzo Per nessun motivo (Rizzoli), e la raccolta di racconti Buio d’amore (Barbès). Nello stesso mese al teatro Puccini di Firenze è andata in scena la prima dell’opera da camera Hanno detto (testi di marco vichi – musica di Massimo Buffetti).

 

Nel gennaio 2009, al Saloncino del Teatro della Pergola di Firenze è andata in scena la prima di La cena di Oberto, interpretata da Lorenzo Degl’Innocenti. In giugno è uscito per Magazzini Salani il cofanetto (CD+Libro) dal titolo Nessuna pietà, un progetto che nasce dall’idea di utilizzare la grande arma della musica, l’emozione, per tradurre in canzoni le più grandi tragedie dell’umanità, a partire dal genocidio dei pellirossa fino al grande flagello dell’emigrazione, passando per il campi di sterminio, la bomba di Hiroshima, i gulag, i desaparecidos. Il CD vede i testi di Marco Vichi e le musiche di Nicola Pecci. Partecipazioni: Ginevra Di Marco, Stefano Bollani, Piero Pelù, Cisco, Arturo Stalteri, Luca Scarlini, AmbraMarie, Federica Camba, Riccardo Tesi, Steve Luchi, Alessandro Ledda. Il libro è curato da Luca Scarlini, introduzione di Carlo Lucarelli.

 

Nel settembre 2009 è uscito per Guanda Morte a Firenze (Premi: Scerbanenco, Rieti, Camaiore, Azzeccagarbugli), il quarto romanzo del commissario Bordelli, che nel maggio del 2010 è uscito in Audiolibro per Salani con la voce di Lorenzo Degl'Innocenti.

 

Sempre a maggio 2010 è uscito per Guanda il romanzo Un tipo tranquillo. In Germania esce Nero di luna, sempre per Bastei Lübbe. Nel giugno è uscito Pellegrinaggio in città (Mauro Pagliai Editore), la raccolta degli articoli sui luoghi di culto di Firenze e dintorni scritti per il Corriere Fiorentino. Nel mese di settembre sono usciti: Morto due volte (Guanda Graphic), la prima avventura del commissario a fumetti, e l’edizione Einaudi di Bloody Mary, il romanzo scritto insieme a Leonardo Gori.

 

Nel febbraio del 2011 è uscita per Guanda una nuova edizione di Buio d’amore, con tredici racconti, di cui quattro inediti. Nello stesso mese è uscita l’edizione spagnola di Morte a Firenze (Duomo Ediciones). Nello stesso periodo ha partecipato al numero 3 di Micromega, dedicato ai crimini dell'establishment, con il racconto Cara Virginia. Nel novembre 2011 è uscito, sempre per Guanda, la quinta avventura di Bordelli, La forza del destino (quattro edizioni in un mese). In Germania esce Morte a Firenze (Bastei Lübbe). I quattro romanzi del commissario Bordelli vengono comprati dalla casa editrice inglese Hodder and Stoughton: il primo, Death in August, è uscito in Inghilterra nel giugno 2011, e negli USA nel luglio 2012 per Pegasus. Il secondo, Death and the olive grovee, è uscito in Inghilterra per la Hodder and Stoughton nel gennaio 2012. Successivamente sono usciti il terzo, Death in Sardinia, e il quarto, Death in Florence.

 

Nell’aprile del 2012 è uscito il romanzo La vendetta (Guanda). A giugno dello stesso anno ha curato l’antologia È tutta una follia, sempre per Guanda, e ha pubblicato il breve racconto Il bisticcio (Felici Editore). A novembre è uscito il romanzo Il contratto (Guanda), e poco dopo l’e-book Il bosco delle streghe (GuandaBit).

 

Nel marzo del 2013 ha pubblicato la raccolta Racconti neri (Guanda), e ad aprile ha partecipato all’antologia Nessuna più (Elliot), una raccolta di racconti sulle donne uccise “per amore”, i cui proventi sono destinati al Telefono Rosa. Ha poi curato il Decameron 2013 (Felici Editore), uscito a fine maggio in occasione del settecentenario della nascita di Boccaccio: una raccolta di cento novelle moderne, scritte da quaranta autori toscani, inquadrate nella stessa cornice narrativa dell’originale (dieci giornate, dieci novelle ogni giornata), e dove a spingere gli “scribacchini” a isolarsi nel castello di Fontenera per raccontare il mondo e trovare un po’ di pace, in luogo della peste di Firenze dei tempi di Boccaccio troviamo la Grande Crisi di adesso. A fine settembre è uscito Il testamento, un e-book per i Corsivi del Corriere della Sera Online, e alla fine di ottobre il suo primo libro per bambini, edito da Salani, intitolato La notte delle statue, con le illustrazioni di Francesco Chiacchio, il bravissimo disegnatore che da anni firma le copertine di Vichi per le edizioni economiche di TEA. In aprile ha partecipato al romanzo “corale” Verità imperfette, per Del Vecchio Editore.

 

Nel luglio del 2014 è uscita la sesta avventura del commissario Bordelli, Fantasmi del passato (Guanda), e la versione americana di Death in Sardinia (Pegasus). A novembre ha pubblicato il romanzo breve La sfida (Guanda), e ha curato due antologie, Un inverno color noir (Guanda) e Selva oscura (TEA). Nello stesso mese è uscita una raccolta di racconti brevi, Corpo mondo (FuoriOnda editore). I primi di dicembre, in occasione del centenario della pubblicazione dei Canti Orfici di Dino Campana, ha partecipato con un racconto a una pubblicazione saggistica di Roberto Maini e Piero Scapecchi, L’avventura dei Canti Orfici, Un libro tra storia e mito (Gonnelli Editore).

 

Nel marzo del 2015 è uscita una nuova edizione Guanda del romanzo Il brigante, con la copertina di Francesco Chiacchio. Nello stesso periodo ha collaborato con didascalie narrative alla mostra fotografica sul Bangladesh Princess of Waterland di Beatrice Mancini, inaugurata a Venezia e passata per varie città italiane: a Firenze è stata esposta due settimane nella bellissima Sala della Carrozze di palazzo Medici Riccardi. In aprile è uscito per Maschietto Editore una guida d’arte per bambini dal titolo Nel giardino di Boboli, Un’avventura tra gli alberi e le stelle, che contiene il racconto La notte delle statue, con illustrazioni di Francesco Chiacchio e fotografie di Yari Marcelli (è uscita contemporaneamente l’edizione inglese, sempre edita da Maschietto: In the Boboli garden). In maggio sono usciti due libri: John Fante, fuori dalla polvere (Edizioni Clichy – Collana Sorbonne), un invito alla lettura del grande scrittore italo americano, e il romanzo Il console (Guanda), una storia che si svolge nella Roma del I sec. Da luglio a settembre, ogni venerdì, sono usciti in edicola i libretti della collana “Finestre” di Maschietto Editore, otto racconti allegati a QN con le bellissime illustrazioni di Giancarlo Caligaris. A settembre è in libreria la mini antologia Tris, edita da Giorgi, “Tre racconti brevi per altrettanti autori che appartengono a categorie diverse: uno scrittore che ha fatto la storia della letteratura, uno contemporaneo conosciuto, uno scrittore esordiente o che ha appena cominciato a pubblicare. Passato presente e futuro: Italo Svevo, Marco Vichi, Lorenzo Chiodi. Nel novembre 2015 è uscito Il coraggio del cinghialino, una favola per grandi e piccini (Guanda, collana Le gabbianelle). Nel 2015 è uscito negli USA Death in Florence (Pegasus), in Francia il primo romanzo del commissario Bordelli (Philippe Rey), e in Polonia le prime due avventure (Albatros).

 

Tra il 2015 e il 2016 sono usciti diversi racconti ebook nella collana GuandaBit. Nel gennaio del 2016 è uscito l’audiolibro Trappola per ubriachi, undici racconti letti da Sandra Tedeschi (Club degli Audiolettori). Nel marzo dello stesso anno è uscito in Francia il secondo romanzo della serie del commissario (Philippe Rey) e il primo, Le Commissaire Bordelli, in edizione tascabile per la mitica 1018 Éditions. In maggio è uscito in Svizzera il racconto Sono tornato nell’antologia Gefährliche Ferien – Italien (Diogenes). Nel giugno è uscito il primo Bordelli in Finlandia (Aviador). I primi di luglio è uscita per Guanda l’antologia Scritto nella memoria, nove bellissimi racconti sulle memorie familiari (tra gli autori, Vincenzo Pardini e Dacia Maraini). Nel novembre 2016 è uscito in Inghilterra il quinto romanzo di Bordelli, Death in the Tuscan Hills (Hodder and Stoughton).
 

Nel marzo del 2016 ha curato la collana Narrare humanum est per la casa editrice Firenze Leonardo (Clichy), pubblicando in luglio all’interno della stessa collana il racconto Fuga verso la morte. Sempre nel 2016 ha scritto il testo per il cortometraggio The last call (Aria produzioni), con la regia di Brando Quilici, la voce narrante di Giorgio Panariello e il sostegno di Caffè Corsini, che inaugura una campagna di raccolta fondi per combattere contro l’estinzione dei leoni. Il corto è stato proiettato il 16 ottobre in prima nazionale alla Festa del Cinema di Roma. A ottobre è uscito in Spagna una nova edizione de El commisario Bordelli (Duomo Ediciones). A dicembre è uscito il libro: Georges Simenon, L’indagine del vuoto, (Edizioni Clichy – Collana Sorbonne), un invito alla lettura del grande scrittore belga. Nello stesso periodo è uscita in Finlandia la seconda avventura del commissario Bordelli, sempre per Aviador.

Nel 2017 è uscita per Guanda la raccolta di racconti, Il bosco delle streghe. Nello stesso anno è uscito il racconto, Il segreto di Ermelinda, nell’antologia TEA, Ritratto dell'investigatore da piccolo. Successivamente è uscito il racconto Viaggiare è un po' sognare, all’interno del libro La foresta del silenzio (Ediciclio), al quale hanno partecipato Paola Zannoner e Paolo Ciampi. E in Spagna è uscita la nuova edizione del secondo romanzo di Bordelli, Un asunto sucio (Duomo Ediciones).
 

Nel luglio del 2018 è uscita per Guanda la raccolta di racconti Se mai un giorno, che contiene una sezione dedicata al Bangladesh.

 

 

 

Foto-014A-BN-2_1463100426540
Foto di Claudia Paoli
Vichi05_1463100463255
Marco-05-tagliata_1463100546934
Foto di Giulia Efisi
Marco-foto-di-Giulia-Efisi_1463338475261
Iscriviti alla newsletter
www.marcovichi.it
Create a website